Il caso Novagreen: ecco cosa si dice…

Zero Concorrenti, il libro scritto da Marco De Veglia, è un caso editoriale clamoroso: pubblicato a maggio, nel giro di 20 giorni ha bruciato ogni record ed è sparito dagli scaffali. Permane come best seller su Amazon categoria business, con lista d’attesa per la ristampa.

Perchè è successo, e soprattutto cosa c’entra con Novagreen? Andiamo per ordine.

La ragione è abbastanza nota. Marco De Veglia si occupa da 30 anni di posizionamento, viene dalla scuola di Jack Trout (il creatore del brand positioning, recentemente scomparso), è considerato il massimo esperto italiano in materia.

E soprattutto è stato il primo – probabilmente a livello mondiale – a tradurre i concetti e le tecniche di brand per la piccole imprese: Zero Concorrenti è il testo più ricco e profondo sul posizionamento mai pubblicato con riferimento al mercato italiano.

E Novagreen, in tutto questo?

Ecco svelato il mistero: il riposizionamento della società del 2015 è finito in Zero Concorrenti come caso di studio.

La scelta fatta dalla società guidata da Carlo Befani e Giuseppe Melchiorre fu netta: concentrare l’azienda sull’efficienza energetica dei centri sport & salute.

Di conseguenza, Novagreen ha focalizzato ogni sforzo verso il mondo wellness (soprattutto piscine coperte), e ha affilato le armi commerciali, organizzative, tecnico-operative fino ad essere riconosciuta oggi come marca: gli specialisti dell’energia per i centri sport & salute.

Grazie anche all’attività ESCO (la società investe normalmente proprie risorse negli impianti presso i centri, perlopiù di cogenerazione a gas), ad oggi Novagreen ha realizzato e gestisce 8 impianti, che saliranno a 12 entro fine 2017.

Così la focalizzazione e la crescita del brand non è passata inosservata: la presenza del “caso Novagreen” nel testo di bandiera di un professionista del calibro di Marco De Veglia racconta che la strada intrapresa è quella giusta.

Grazie allora ai clienti, i fornitori, i partner che ci aiutano ogni giorno a compiere questi passi. Di strada da fare ce n’è ancora tanta, ma la squadra è forte e l’orizzonte è nitido.

Buon wellness!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per darti la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito dai il tuo consenso implicito all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetto" permetti al loro utilizzo.

Chiudi